martedì 23 aprile 2013

AGINCOURT 1415

Non appena salito al trono Enrico V cominciò  a preparare il terreno per un invasione della Francia.
Egli fece proposte a Carlo VI per un matrimonio con sua figlia Caterina.
Intanto egli si muoveva anche in altro ambito, difatti nell'estate precedente aveva tentato di stabilire un alleanza militare con il Duca di Borgogna , alleanza comunque fallita.
Comunque  Enrico si preparava alla guerra .
Per l 'attraversamento della Manica , furono sequestrate navi senza curarsi della loro nazionalità e per la sua impresa aveva raccolto 2500 uomini d'arme e 800 arcieri.
Tenendo conto che ogni "lancia" implicava la presenza di 2 o 4 cavalli per gli uomini d'arme e per i loro servitori, oltre ai destrieri di più della metà degli arcieri c'erano da  trasferire al di là della Manica la bellezza di più di 10000 cavalli.
La flotta molto probabilmente fu di 300 imbarcazioni , quindi di tutto rispetto
Alla rottura definitiva dei negoziati  Enrico raccolse la sua flotta a Southampthon in luglio, e nel giro di  1 o 2 giorni arrivò all'estuario della Senna dove decise di penetrare  in Francia attraverso Harfleur e fare diventare quest'ultima come Calais.
Sulla mappa potete vedere tutto il tragitto degli Inglesi e il seguente inseguimento dei Francesi fino alla famosa battaglia di Agincourt.
 
La battaglia di Agincourt è minuziosamente descritta dalla Osprey Publishing che con Edizioni del Prado , ringrazio per le preziose informazioni.
Questa battaglia fu rovinosa per i Francesi sia per il loro carente tatticismo che per la guida dell'esercito insufficiente e insicura.
Grazie  a questi problemi anche se gli Inglesi erano in numero molto inferiore riuscirono a sconfiggere la controparte , ( merito dei suoi famosi arcieri a cavallo e non).
Il campo di battaglia era sostanzialmente un campo arato e con zolle rivoltate ( vedi foto).

Questa battaglia che ho voluto rappresentare con il mio diorama con soldatini in resina la cui scala è 1 / 72, mi ha richiesto un bel po di tempo ed è composta da quasi 60 figurini alcuni dei quali riportano le insegne araldiche giuste di quello scontro sia da parte inglese che francese, ovviamente è uno scorcio della battaglia e potete identificare anche gli arcieri Inglesi  e i balestrieri , io mi sono divertito molto spero vi piaccia il mio lavoro a presto!








2 commenti:

  1. Molto d'impatto...mi auguro vorrai condividerlo a giugno alla mostra ;)

    RispondiElimina